1. Principale
  2. Le mie vacanze
  3. Ispirazioni viaggi
Il blog di viaggio di Chapka

E se facessimo un giro in Spagna quest’estate?

A causa della pandemia di Covid-19 che colpisce il mondo intero, è per il momento impossibile fare il giro del mondo. Dobbiamo quindi essere creativi per organizzare le nostre ferie: viaggiare vicino a casa, o in paesi europei vicini come la Spagna, la Francia, la Grecia, o anche la Svizzera.

In questo articolo ti parleremo di uno di questi paesi: la Spagna. Viaggiare in questo paese non significa soltanto far festa a Barcellona! #cliché

La Spagna offre tanti paesaggi esotici, che non hanno nulla da invidiare al resto del mondo.

Ti abbiamo quindi preparato una lista di destinazioni esotiche in Spagna: siti naturali o paesini che ricordano altri paesi.

Hai del tempo libero quest’estate? Fai un giro del mondo viaggiando in Spagna!

Lascia il passaporto a casa! Sei pronto? Partenza, via!

Il deserto di Atacama in Cile o la valle della morte negli USA?

No, Bardenas Reales!

Questa zona arida di 42.000 ettari in Navarra (a nord della Spagna) è situata a solo due ore di strada da Saint-Jean de Luz in Francia. Questa riserva naturale ha una vegetazione particolare nonché delle rocce impressionanti dovute all’erosione, un fenomeno abbastanza ricorrente, e il Castil de tierra ne è la manifestazione più rappresentativa (vedi qui sotto). I massicci del Rallon e della Pisquerra danno davvero l’idea di percorrere i paesaggi mitici dell’Ovest americano (es: Monument Valley, la valle della morte) o dell’Atacama in Cile.

Nello stesso genere: L’Aguarales de Valdemilaz vicino a Saragozza che fa pensare al Bryce Canyon (Utah).

La laguna Quilotoa in Equador?

no, le miniere di Riotinto!

Queste miniere di rame a cielo aperto sono situate nelle vicinanze di Huelva in Andalusia. Il sito, ricco di metalli, è stato sfruttato nel corso dei secoli dagli iberici ma anche dagli «invasori» Fenici, Greci, Romani, Visigoti e Mori. Dopo un periodo di abbandono, queste miniere furono riscoperte nel 1556, poi rivendicate dal re di Spagna nel 1724. Diventerà proprietà del grande gruppo minerario Rio Tinto nel diciannovesimo secolo. Fu poi teatro di un sanguinoso dramma nel 1888. Furono uccisi più di duecento manifestanti, minatori e contadini che denunciavano le condizioni di lavoro. Le miniere non sono più operative dal 1994.

L’Irlanda, la Scozia?

No, la spiaggia di Sakoneta!

La spiaggia di Sakoneta, nel Paese Basco, ricorda le coste irlandesi, scozzesi o anche quelle in Bretagna.  Si affaccia sul Golfo di Biscaglia e l’oceano Atlantico e offre un bel sentiero per un’escursione che inizia nel paesino di Itxaspe.

Il deserto di sale di Uyuni in Bolivia e la Provincia di Sud Lipez in Cile?

No, la laguna salata della Mata e di Torrevieja

A sud di Alicante, potrai osservare le lagune salate di La Mata e di Torrevieja, quest’ultima ha la particolarità di essere tutta rosa.

Altre lagune da scoprire: San Pedro del Pinatar (verso Murcia), Lagunas De Neila (vicino a Burgos), i laghi di Ruidera (verso Albacete)

I Caraibi?

No, Charco Verde, sull’isola di Lanzarote (alle Canarie)

Nel parco nazionale di Timanfaya, c’è la spiaggia di los Ciclos lungo l’oceano Atlantico, la cui peculiarità, oltre alla sabbia nera, è la laguna di colore verde, Charco Verde. Una vista stupenda!

Il Malecón dell’Avana a Cuba?

No, la Viña a Cadice!

La bella Cadice fa subito pensare all’Avana, e soprattutto il quartiere in riva al mare, chiamato La Viña.

Sartena in Corsica?

non, Chulilla!

A meno di un’ora di strada da Valencia, 665 abitanti vivono a 400m di altitudine in un paesino con casette bianche a Chulilla, sul massiccio di Calderones.

La savana?

No, le parc national de Cabañeros

Il parco nazionale di Cabañeros (409 chilometri quadrati) è un sito naturale protetto situato vicino a Toledo. È la regione più rappresentativa e più vasta ancora preservata della foresta mediterranea iberica, con una grande varietà di specie di animali e vegetali.

Otago in Nuova Zelanda?

No, il canyon del Sil

Tra le provincie di Lugo e Ourense (Galizia), a circa duecento metri di altitudine, si trova l’ultimo tratto del fiume Sil. Un paradiso per gli appassionati di escursioni e di kayak!

Da vedere anche: Hoces del Duratón vicino a Segovia.

0 commento

lascia un commento