1. Principale
  2. Le mie vacanze
  3. Ispirazioni viaggi
Il blog di viaggio di Chapka

Sudafrica – da Cape Town al Capo di Buona Speranza

Il Sudafrica è uno degli stati più affascinanti dell’intero Continente Nero.
E’ un paese molto esteso che possiede numerose meraviglie naturali e promette di far vivere esperienze memorabili a chiunque lo scelga come destinazione per un viaggio all’insegna della natura.
È inoltre una meta molto ambita e molto in voga tra i viaggi di nozze negli ultimi anni.

Un viaggio in Sudafrica non può essere considerato completo senza una visita a Cape Town, una delle tre capitali del paese. La maggior parte dei viaggi in Sudafrica comincia proprio da questa città dove si trova uno degli aeroporti principali dello stato.
Cape Town, anche conosciuta come Città del Capo, è considerata la meta più cosmopolita d’Africa, un luogo in continuo fermento, decisamente vivo e all’avanguardia con molte attrattive che garantiscono almeno un paio di giorni di permanenza.
Dalla famosissima Table Mountain che domina dall’alto l’intera capitale, all’animato Waterfront, Cape Town si fa apprezzare facilmente da chiunque.
Tra le tappe più entusiasmanti da affrontare durante il soggiorno in città c’è il percorso che collega Cape Town al Capo di Buona Speranza, uno dei punti più a sud di tutto il continente africano.
Per raggiungerlo si percorre una strada di circa 70 chilometri con numerose soste che meritano diversi pit-stop.
Il tragitto da Cape Town al Capo di Buona Speranza dura circa 2 ore senza fermate, mentre godendosi il panorama e i numerosi punti d’interesse, il tour potrebbe durare quasi tutto il giorno.

Come spostarsi

La soluzione migliore e la più opzionata dai viaggiatori è il noleggio di un’auto, per concedersi la libertà di muoversi liberamente scegliendo dove sostare e per quanto tempo.
Ci sono molte compagnie di autonoleggio a Cape Town che è possibile contattare anche precedentemente per prenotare il proprio veicolo con anticipo.
Un altra soluzione è quella di optare per uno dei tour guidati che partono quotidianamente da Cape Town seguendo un itinerario che comprende la tappe principali e più famose di tutto il percorso che conduce al Capo di Buona Speranza

Il tragitto da Cape Town al Capo di Buona Speranza

  • Partite da Cape Town la mattina dirigendovi verso Hout Bay. Uscire da Cape Town in auto è molto semplice grazie alla segnaletica molto chiara presente in città.
  • Prima tappa: Hout Bay, un pittoresco porto posto all’ingresso della leggendaria Chapman’s Peak Drive, la strada che conduce al Capo di Buona Speranza.
    Da Hout Bay, tramite traghetti organizzati che partono ogni giorno, è possibile raggiungere Duiker Island dove si trova una colonia di foche che nuotano liberamente in mare raggiungendo spesso anche il porto stesso di Hout Bay. Le foche si trovano nel loro habitat, non sono state importate appositamente per i turisti il che conferisce all’esperienza un valore aggiunto.
  • Cominciando a percorrere la Chapman’s Peak Drive con una vista mozzafiato sull’oceano, arriverete successivamente a False Bay. È la baia più estesa di tutto il Sudafrica affacciata direttamente sull’Oceano Indiano. Un paesaggio davvero incredibile.
  • La quarta tappa del percorso è Simon’s Town, una piccola cittadina portuale dal sapore coloniale a 10km dall’arrivo al Capo di Buona Speranza. A renderla famosa è la colonia di pinguini che abita la costa e che rappresenta forse l’attrazione principale di tutto il tragitto. Ciò nonostante Simon’s Town può essere il luogo giusto per un pranzo a base di pesce fresco in uno dei ristoranti del porto.
  • Boulders Beach, tappa immancabile di un viaggio in Sudafrica, è una piccola baia nei pressi di Simon’s Town nella quale vive l’unica colonia di pinguini africani esistente. Raggiungere il luogo in cui questi piccoli animali si radunano è molto semplice grazie alla passerella pedonale che partendo dal parcheggio delle auto si snoda all’interno della riserva terminando nella Foxy Beach. Qui si possono ammirare decine e decine di piccoli pinguini indisturbati, spesso intenti a proteggersi dalle forti raffiche di vento provenienti dall’oceano. Per questo motivo non è raro trovare alcuni pinguini anche in mezzo alla boscaglia lungo il percorso iniziale che conduce alla spiaggia. È un esperienza davvero unica al mondo.
  • Proseguendo per la Chapman’s Peak Drive si giunge infine al Capo di Buona Speranza. I paesaggi che si aprono ai lati della strada sono un susseguirsi di distese verdi e alte scogliere a strapiombo sull’oceano. Nella riserva del Capo di Buona Speranza sono presenti anche diverse specie di animali tra cui i babbuini dei quali bisogna prestare attenzione in quanto tendono a diventare aggressivi quando avvistano del cibo. Tra Maggio e Ottobre, con un po’ di fortuna, è possibile avvistare anche le balene che nuotano lungo la costa. Punta del Capo è il luogo più frequentato di tutta la riserva, e offre viste eccezionali dall’antico faro posto sulla cima della parte più estrema. Questo view point è raggiungibile sia a piedi che tramite la funicolare Flying Dutchman. Da qui inoltre si snodano diversi percorsi di trekking di diversa durata e difficoltà.

Seguendo le tappe di questa guida occuperete probabilmente l’intera giornata, e rientrerete in serata a Cape Town in tempo per la cena.

Per affrontare il viaggio nel modo migliore ricordatevi di munirvi di macchina fotografica, giacca a vento, occhiali da sole e cappellino.

Buon viaggio!

Luca e Alessandro, The Globbers

0 commento

lascia un commento