1. Principale
  2. Le mie vacanze
  3. Consigli per i viaggiatori
Il blog di viaggio di Chapka

Lo Sri Lanka annuncia la riapertura delle frontiere ai viaggiatori a partire dal primo agosto

Le autorità dello Sri Lanka hanno fissato la riapertura delle frontiere ai viaggiatori al primo agosto 2020. Delle misure sanitarie sono ovviamente previste:

  • Soltanto i soggiorni che durano almeno 5 giorni saranno autorizzati.
  • I viaggiatori dovranno obbligatoriamente avere un biglietto di ritorno ed un giustificativo di assicurazione sanitaria
  • I viaggiatori dovranno alloggiare presso gli alberghi autorizzati dalle autorità.
  • L’importo del visto passa da 40 a 100 dollari (ossia circa 90 €)
  • I viaggiatori dovranno dimostrare che non sono contagiati dal Covid-19 (il tampone dovrà esser stato effettuato al massimo 72 ore prima dell’atterraggio). Anche se forniscono questo documento, i viaggiatori dovranno sottoporsi ad un altro tampone all’aeroporto, un altro quattro o cinque giorni dopo, e ancora un altro se la durata del loro soggiorno oltrepassa 10 giorni.
  • Non verrà imposta una quarantena all’arrivo, tranne se ci sono dei sintomi. Se il tampone si rivela positivo durante il soggiorno una quarantena che potrà andare da 14 a 21 giorni dovrà essere osservata dai viaggiatori in un albergo o un istituto ospedaliero indicato dalle autorità.
  • I viaggiatori dovranno indicare il programma dettagliato delle loro visite turistiche alle autorità.
Sri Lanka on the map of the world or atlas.

La ripresa del turismo tanto sperata dagli srilankesi

Il turismo fa vivere una gran parte della popolazione in Sri Lanka. Il turismo in questo paese ha avuto successo fino a due anni fa. Infatti, lo Sri Lanka aveva accolto più di 2.334 milioni di viaggiatori internazionali nel 2018, un record per questo paese insulare dell’oceano indiano!

Il paese ha purtroppo conosciuto una vera catastrofe, un dramma. Ad aprile 2019, un attentato ordinato dallo Stato Islamico ha fatto 258 morti e più di 500 feriti. Una quarantina di turisti sono deceduti dato che i kamikaze avevano colpito tre alberghi 5 stelle situati sul lungo mare, nel centro di Colombo.

Ovviamente ne ha sofferto l’industria turistica e soltanto 1.9 milioni di viaggiatori si sono recati in Sri Lanka nel 2019. La crisi sanitaria mondiale non ha migliorato la situazione.

Quale assicurazione scegliere per un viaggio in Sri Lanka?

Vi consigliamo di sottoscrivere un’assicurazione viaggio completa, con delle garanzie più solide di quelle già incluse con la vostra carta di credito.

Il Cap Assistenza include :

  • L’assistenza rimpatrio 24/24 e 7/7: spese effettive
  • Il rimborso delle spese mediche e di ricovero fino a 200.000 €.
  • La responsabilità civile.
  • L’assicurazione bagaglio.

E tante altre garanzie da scoprire sul nostro sito. Se volete essere messi in contatto con un consulente, chiamate lo 02 82 94 09 55.

0 commento

lascia un commento