1. Principale
  2. Consigli di viaggio
  3. Il mio arrivo in Italia
Il blog di viaggio di Chapka

Il visto Schengen e la sua speciale assicurazione

Hai amici o parenti che vogliono venire a trovarti per le vacanze?
Se risiedono fuori
dall’Area Schengen, non è sempre facile sapere quali sono le pratiche da avviare per farli venire a trascorrere qualche settimana con te. Segui la guida!

Cos’è l’Area Schengen?

L’Area Schengen fu istituita in occasione dell’omonimo accordo per promuovere l’apertura delle frontiere tra i diversi Paesi firmatari.

L’Area Schengen costituisce quindi un’espansione dello spazio di libera circolazione delle persone e introduce così le nozioni di collaborazione giudiziaria e di politica comune in materia di diritto di asilo e immigrazione tra i Paesi firmatari.

Tale accordo permette ai cittadini dei paesi dell’Area Schengen di circolare liberamente negli altri paesi aderenti, senza bisogno di visto, ma semplicemente muniti di carta di identità.

Ricevere la visita di amici e familiari residenti al di fuori di questo spazio, però, non è così semplice.

Come si ottiene il visto Schengen e qual è la sua durata?

Il visto Schengen può essere rilasciato per massimo 3 mesi e autorizza il viaggiatore a soggiornare per un breve periodo in uno dei paesi dell’Area Schengen, previa convalida del visto e entro i limiti di validità del suo ingresso sul territorio.

L’identificazione del paese di destinazione principale è primordiale, in quanto sarà questo a dover convalidare il visto. La richiesta dovrà quindi essere depositata presso l’ambasciata o il consolato del paese, ossia l’ente di competenza per la richiesta.

Il richiedente dovrà compilare un modulo standard (lo stesso per tutta l’Area Schengen), accompagnato da un passaporto valido ed eventualmente da documenti che giustifichino le condizioni di permanenza e l’oggetto del soggiorno.

Il richiedente dovrà inoltre provare di disporre delle risorse necessarie a garantire la sua sussistenza durante il soggiorno.

È obbligatorio fornire una polizza conforme ai requisiti dell’ambasciata. Il massimale di copertura delle spese mediche deve essere di almeno 30.000 € e la garanzia deve includere il rimpatrio sanitario.

Al momento della consegna della richiesta di visto viene chiesta la prova di sottoscrizione della polizza.

Ecco l’elenco dei documenti richiesti per fare domanda: 

  • Un passaporto valido per oltre 6 mesi dopo la fine della validità del visto,
  • Un certificato di alloggio,
  • Una lettera di presentazione,
  • Una prova delle risorse (32,50 € / giorno se sei ospite da qualcuno // 65 € / giorno per gli altri viaggiatori),
  • Una polizza per coprire cure mediche e rimpatrio con un massimale di almeno 30.000 euro,
  • Un biglietto aereo di andata e ritorno.

Cosa copre l’assicurazione di Chapka Assurances pensata per il visto Schengen?

Chapka Assurances propone un’assicurazione Schengen conforme ai requisiti delle richieste di visto.
Copre le spese mediche e ospedaliere fino a 30.000 € e l’assistenza rimpatrio h 24 7 giorni su 7 sulla base delle spese effettive. L’assicurazione Cap Schengen include anche altre garanzie, come l’assistenza al viaggiatore e l’anticipo della cauzione penale.

Quali sono i Paesi firmatari dell’accordo di Schengen?

Per non sbagliarsi, ecco l’elenco dei paesi dell’Area Schengen:

  • Germania
  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Danimarca
  • Spagna
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Grecia
  • Ungheria
  • Islanda
  • Italia
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Svezia
  • Svizzera
  • Repubblica Ceca
  • Romania

0 commento

lascia un commento