1. Principale
  2. La mia vita da viaggiatore
  3. Cultura di viaggio
Il blog di viaggio di Chapka

I film coreani da non perdere (oltre che «Parasite»)

Sicuramente hai visto o sentito parlare di Parasite che ha riscontrato un grande successo all’ultima edizione degli Oscar. Ma lo sai che il lungometraggio di Bong Joon-ho non è un caso isolato? La Corea del Sud produce dei film di qualità da più di un secolo. Per questo motivo abbiamo creato per te una lista con i 10 film coreani da non perdere.

La trilogia della vendetta di Park Chan Wook’

Non si tratta di un solo film ma bensì di tre: Mr. Vendetta (2002), Oldboy (2003) e Lady Vendetta (2005). Tutti questi film evocano degli argomenti come la vendetta, la violenza e la salvezza. I film non hanno un legame narrativo tra di loro, ma sono legati dagli argomenti evocati.

Mr. Vendetta

La trama di questo primo film,  Mr. Vendetta, narra una storia cupa e violenta, quella di un padre che cerca di vendicarsi del rapimento della figlia.

Oldboy

Oldboy è l’opera maggiore del regista e fu anche acclamata dalla critica internazionale. È considerato uno dei migliori film coreani. Anche Quentin Tantino lo include tra le sue venti opere di referenza.

Oh Dae-su, un uomo d’affari, viene rapito senza motivo e rinchiuso in una cella. Viene liberato dopo 15 anni e ha cinque giorni per scoprire l’identità del misterioso rapitore.

Lady Vendetta

Lady Vendetta chiude questa trilogia della vendetta. Per tanti, supera Oldboy per quanto riguarda l’estetica. La protagonista ha appena concluso una condanna per infanticidio e anche se ha confessato i crimini, cerca vendetta.

Attenzione! Questa trilogia è estremamente violenta (ce lo potevamo aspettare quando si parla di vendetta).

Mademoiselle di Park Chan Wook

Tra i migliori film coreani ritroviamo questo thriller drammatico ed erotico ispirato al romanzo Ladra di Sarah Waters. Mademoiselle ha ottenuto l’applauso della critica al festival di Cannes e di Sitges e ha vinto anche il premio del miglior film in lingua straniera al BAFTA nel 2016. Il film è ambientato nel 1930, durante la colonizzazione giapponese. Hidek, una donna giapponese benestante che vive reclusa nella sua dimora, contatta la giovane Sookee affinché diventi la sua domestica.
Vedrete che è un film molto complesso!

Poetry di Lee Chang-Doon

Questo dramma evoca la storia di Yang Mi-ja, una donna anziana che vive con il nipote, studente universitario. Si scoprirà poi che la donna soffre di Alzheimer. Si rifugerà nella poesia per dare un altro significato alla sua vita. Poetry è un lungometraggio profondo pieno di metafore visive che ti permetteranno di apprezzare le piccole cose che la vita ti offre. Questo film ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura al Festival di Cannes.

Memorie di un assassino di Bong Joon-ho

Il regista di Parasite si è ispirato alla storia vera del primo assassino seriale coreano per scrivere la sceneggiatura. Due investigatori locali, Park Doo-man e Cho Yong-koo, indagano senza molto successo, sull’omicidio di una donna. Verrà poi chiamato a collaborare Seo Tae-yoon, un investigatore da Seul, il quale userà metodi diversi che provocheranno dei conflitti tra di loro. Un thriller poliziesco, che come Parasite, mescola dramma e umore nero.

Burning – L’amore brucia di Lee Chang-Doon

Basato su uno dei racconti di L’elefante scomparso e altri racconti dello scrittore giapponese Haruki Murakami. Jong-su, un giovane corriere, incontra per caso una donna, che in realtà ha conosciuto da bambino. Lei gli chiede di sorvegliare i suoi gatti mentre sarà in viaggio in Africa. Al suo rientro, Haemi torna con Ben, un misterioso giovane che ha un passatempo molto particolare. Burning è, senza dubbio una dichiarazione di amore al cinema di Alfred Hitchcock.

Madre di Bong Joon-ho

Racconta la storia di una vedova il cui unico motivo di esistere è il figlio. Un giorno viene accusato di omicidio ma per colpa dell’incompetenza della polizia il caso viene chiuso velocemente. Per questo motivo la madre decide di fare giustizia e muove cielo e terra per dimostrare l’innocenza del figlio. Questo thriller psicologico è una riflessione sulla maternità, i legami di sangue e il senso di colpa che sin dalle prime scene, riesce a catturare l’attenzione dello spettatore.

Right Now, Wrong di ThenHong Sang-soo

Un regista di cinema indipendente arriva un giorno in anticipo nella città dove verrà proiettato il suo film per una conferenza. Per approfittare del suo tempo libero fa una passeggiata e incontra una giovane pittrice. A partire da quel momento le cose iniziano a cambiare.

Un film che racconta le due visioni dei personaggi realizzato dal regista conosciuto in Europa come il Woody Allen della Corea del Sud. 

Ti piace il cinema Sudcoreano? Quali sono secondo te i migliori film? Facci sapere tutto nei commenti!

Se sei innamorato/a della cultura sudcoreana, ti ricordiamo che è possibile ottenere il visto Working Holiday per partire in Corea del Sud e che è obbligatoria l’assicurazione sanitaria.

0 commento

lascia un commento