1. Principale
  2. La mia vita da viaggiatore
  3. Cultura di viaggio
Il blog di viaggio di Chapka

Le specialità culinarie dell’Uruguay

Oggi parleremo dei tesori della cucina dell’Uruguay. Per non commettere una gaffe con il menu, diamo la parola ad Alejandro, un uruguaiano che vive in Francia da tre anni. Per lui si tratterà dell’occasione giusta per ricordare i piatti della sua infanzia, appartenenti a una cucina ricca e conviviale che è stata influenzata in larga misura dall’immigrazione europea. Ecco dunque i piatti tipici da scoprire sulla strada che porta da Salto a Montevideo!

La carne in ogni sua forma

Come in molti paesi dell’America Latina, la carne è un alimento spesso presente nella cucina uruguaiana. Sicuramente la si può gustare nella specialità chiamata asado, un metodo di cottura molto antico e ancora oggi impiegato nel paese. Il sistema più comune consiste nel cuocere la carne cruda direttamente sul barbecue con le braci (attenzione però: un vero asador non utilizzerà mai la carbonella, ma solo la legna). Vengono così preparati vari piatti, come l'”asado de tira” (striscia di costole di manzo) o la “colita de quadril” (taglio di manzo molto tenero, da noi noto come spinacino).

L’hamburger locale

Non dimenticare di assaggiare il “chivito”, una specie di burger con prosciutto, manzo, pomodoro, insalata, uova sode e maionese (certo, non è molto dietetico, ma è da provare almeno una volta prima di lasciare il paese). In Uruguay sono molto apprezzate altre specialità come il chorizo e la morcilla (sanguinaccio nero).

Noi di Chapka ci siamo innamorati del panino milanesa de pollo (la “milanesa al pan”!), una strepitosa cotoletta sistemata tra due fette di pane (ovviamente con la maionese!). Ci è piaciuto anche il choripan, un panino con la salsiccia insaporito da una meravigliosa salsa piccante, chiamata chimichurri. Una vera delizia!

Traditional argentinian choripan with chimichurri sauce

Il dulce de leche

Ovviamente, chi dice America Latina dice “dulce de leche”, un dessert a base di latte. Questa specialità, molto apprezzata in Uruguay, viene consumata sia per colazione che a merenda.

Il mate

Infine, per digerire bene tutte queste specialità, può essere di aiuto il mate, da bere a ogni ora del giorno. Se non sai di cosa si tratta, ti consigliamo l’articolo sulla preparazione del mate e sui suoi benefici nutrizionali.

In Uruguay vi sono più o meno 4 pasti nell’arco della giornata: la colazione che si fa al mattino presto (intorno alle 7), il pranzo che si consuma dopo qualche ora (verso le 14), la merenda verso le 17 e infine la cena, che per noi italiani si svolge “tardi”, venendo servita verso le 22. Per quanto riguarda le bevande, se il vino è ovviamente molto apprezzato con l’asado, non si può fare a meno di consigliare una Patricia, la birra locale!

0 commento

lascia un commento